Chiudi
Scritto da: luigi il 6 Ottobre 2017




Chiunque abbia un animale domestico, conosce bene la loro incapacità a trattenersi dal rosicchiare oggetti casuali che trovano in giro. I gatti masticano alcune piante, i roditori rosicchiano praticamente qualsiasi cosa e i cani sono sinonimo di aspirapolveri in presenza di cibo sul pavimento.

Ci sono delle cose che difficilmente siamo portati a credere tossiche per i nostri amici a quattro zampe. Loro non hanno il nostro stesso metabolismo e alcune cose che noi digeriamo in un secondo, per loro potrebbero risultare letali seppur in minime dosi. Di seguito troverete una classifica di diversi alimenti e piante che potrebbero avere un potenziale letale per i vostri animali in caso di ingestione.

10. Cioccolato

potenziale letale

Per molti amanti degli animali, questa non è certo una novità, ma è sempre meglio ribadire che se per noi il cioccolato è fonte di gioia, per loro potrebbe essere addirittura letale. Contiene due sostanze strettamente connesse: teobromina e caffeina, entrambe responsabili degli effetti energizzanti del cioccolato. Queste sostanze aiutano a stimolare il cervello e l’attività cardiaca inibendo alcuni recettori cellulari ed enzimi e alzando la concentrazione di calcio. Se assunto in grandi quantità, gli effetti possono causare una sovreccitazione muscolare, che potrebbe portare ad un ritmo cardiaco anomalo, a tremori muscolari, diarrea e arresto cardiaco. In base a quanto detto, è lecito chiedersi come mai la popolazione mondiale non si sia ancora dimezzata viste le enormi quantità di cioccolato che consumiamo. La risposta è semplice: il metabolismo umano è capace di scomporre la teobromina molto più velocemente ed efficacemente rispetto a quello di un cane. E’ questa la ragione per cui il cioccolato ha per i vostri animali domestici un potenziale letale notevole.

9. Cipolle

potenziale letale

Le cipolle, così come altre verdure come l’aglio, i porri e l’erba cipollina, sono altamente velenosi per cani e gatti per via delle sostanze contenute, note come l’N-propyl disolfuro e il sodio  n-propilthiosolfato, che contribuiscono ad aumentare il potenziale letale di questi vegetali. Se ingerite, possono ridurre la formazione di un importante antiossidante chiamato glutatione, che fa innalzare i livelli del perossido di idrogeno. Il perossido di idrogeno può alterare la struttura dell’emoglobina, causando la disgregazione della stessa e la formazione di grumi. L’essere umano è molto resistente a tutti questi effetti, ma gli animali domestici sono invece molto suscettibili all’anemia dopo ingestioni ripetute che possono rivelarsi mortali.

8. Noci di Macadamia

potenziale letale

Le noci di Macadamia sono fra gli spuntini preferiti di molti, per via del loro alto contenuto di minerali e antiossidanti. Vomito, tremori e debolezza potrebbero essere gli effetti collaterali nei cani o nei gatti dopo aver ingerito questo alimento con un alto potenziale letale. Tuttavia, la tossicità delle noci di Macadamia è in genere trattabile e i sintomi potrebbero scomparire fra le 12 o 48 ore, ma resta comunque una buona idea nascondere questi ottimi snack dalla vista dei nostri golosi animali!

7. Uva e uvetta

potenziale letale

Il meccanismo di tossicità dell’uva è ancora un mistero  ma è noto che il suo consumo, nei cani, può portare a complicanze renali. A differenza delle noci di Macadamia, il potenziale letale dell’uva è molto severo e spesso fatale. Vale lo stesso per l’uvetta, quindi è importante fare molta attenzione a non lasciare questi due elementi alla loro  portata.

 

6. Dolcificanti

Se un cane assume xilitolo, scatena il rilascio di insulina, una sostanza che induce le cellule a prendere lo zucchero dal sangue. Questo improvviso flusso di insulina nelle cellule può risultare in altrettanta improvvisa diminuzione del glucosio presente nel sangue del cane, dando luogo ad una condizione nota come ipoglicemia. Meglio orientarsi nella scelta di snack che non contengono questa sostanza e non dare ai nostri animali domestici caramelle che solitamente consumiamo noi!

5. Gigli

potenziale letale

Chiunque abbia un gatto, sa bene che tendono molto a mordicchiare piante senza nessuna apparente ragione. Comunque, questa abitudine apparentemente salutare, potrebbe ribaltarsi in una emergenza in caso il gatto mastichi un giglio. Molte varietà di questa bellissima pagina sono molto popolari e altrettanto letali per i gatti. L’assunzione di qualsiasi parte della pianta causerà sintomi quali vomito, disidratazione e notevole flusso di urine. Sebbene il meccanismo di tossicità sia sconosciuto, quello che è certo è che il potenziale letale dei gigli va primariamente a bersagliare i reni. Se hai un gatto e dei gigli, informati se la pianta sia fra quelle letali e, in caso lo sia, valuta di eliminarla.

4. Avocado

potenziale letale

Pare che gli esseri umani siano gli unici mammiferi per i quali l’avocado non risulta tossico. Questo frutto contiene una sostanza che, in molte specie, causa necrosi del muscolo cardiaco e delle ghiandole mammarie. Oltre questo enorme potenziale letale, in caso di ingestione è molto pericoloso anche il seme interno. In particolare gli uccellini paiono essere incredibilmente suscettibili alla pericolosità dell’avocado.


3. Impasto del pane

potenziale letale

Se i tuoi animali domestici ingeriscono l’impasto del pane crudo possono morire di intossicazione. Il processo è semplice: il caldo ambiente dello stomaco può sottoporre le cellule del lievito ad una fermentazione etilica. Non è quindi difficile immaginare le ragioni per cui questo potrebbe essere un grosso problema in caso il cane ingerisca l’impasto. Potrebbe infatti verificarsi un blocco gastrico, che risulterebbe in un enorme rigonfiamento dell’addome dell’animale. Inoltre, l’etanolo rilasciato dalla fermentazione verrebbe assorbito nel flusso sanguigno, portando ad un’avvelenamento da alcool, fatale se non si interviene in tempo.

2. Palme da sago

potenziale letale

Simili a palme tropicali in miniatura, le palme da sago sono in apparenza innocue decorazioni per dare al tuo giardino un tocco esotico. In realtà, l’ingestione di queste piante può essere estremamente letale, perché contiene numerose tossine con effetti differenti. Non sono pochi i casi di avvelenamento di cani, pecore e altri animali e pare che anche gli esseri umani siano suscettibili a questa pianta. E’ preferibile piantare una vera palma anziché le palme da sago se hai animali domestici.

1. Lucciole

potenziale letale

Il primo posto è riservato a tutti gli amanti dei rettili. Le lucciole sono tipicamente concepite come simbolo di serenità e bellezza ma per alcuni rettili hanno un grande potenziale letale. Le lucciole contengono delle sostanze velenose di autodifesa che, se ingerite da camaleonti o lucertole, possono rivelarsi letali. Anche gli anfibi come le rane sono suscettibili alle lucciole. Fornisci quindi ai tuoi rettili solo  insetti privi di potenziale di tossicità.



Scrivi per primo un commento.

Nome
Email
Il tuo commento